Al voto/mancul 9


Il decalic dai antifurlans: par svissinâsi ben ae date eletorâl

O ai domandât a Sandri Carrozzo di meti sul gno blog il so «Decalic dal antifurlan». Mi samee une biele maniere par svissinâsi ae date dai 13 e 14 di avrîl li che si larà a votâ. Ve ca l’intro e il prin pont.

In “Friuli Venezia Giulia” a son elezions, a viodi e a sintî ciertis robis mi ven gust ancje a mi di fâ campagne eletorâl.

Lu fâs te mê maniere, analizant, cemût che o vevi anticipât timp indaûr, lis posizions dai antifurlans: cun di plui lu pues fâ cence pôre di rompi la par condicio, che tant di antifurlans a ‘nd è di dutis lis bandis.

Naturalmentri nissun no si lasse definî antifurlan: a dî a clâr che si è cuintri dal Friûl e cuintri de lenghe furlane in Friûl al è sigûr che si pierdin lis elezions. Parcè? Par vie che i furlans a son ancjemò un popul e il furlan al è une lenghe.

Alore i candidâts a son ducj pal Friûl e pal furlan e i antifurlans si platin e a doprin argoments plui fins dal vecjo “il friulano è un dialettaccio da stalla e da osteria”. A son argoments che o vin sintût te discussion de leç sul furlan e che si tornin a sintî cumò in campagne eletorâl.

E alore velu ca il Decalic dal Antifurlan:

Argoment 1.

L’antifurlan al è a pro de lenghe furlane (clâr, se di no al piert lis elezions), ma al è cuintri di une leç sul furlan.

Al è compagn di un ambientalist che al è a pro dal ambient, ma cuintri des leçs di tutele dal ambient. Informazion: o sin intune societât organizade cun struturis politichis che a controlin o a indrecin i fenomens sociâi impuartants, e la lenghe e je un fenomen sociâl impuartant. Jessi cuintri di une regolamentazion al vûl dî jessi a pro de situazion cemût che e je, li che e je une schirie di leçs e di proviodiments in pro di une varietât privilegjade, sielzude come talian uficiâl, e cuintri di dutis chês altris varietâts che a àn di sparî. Duncje se si è cuintri di une leç sul furlan si è a pro che al sparissi.

Advertisements