«CUI»: LA ESTÂT PETEÇONE de ILfurlanist



Claut spontât


Manifestazions cence savôr furlan


A Claut une biele iniziative par fâ vivi il borc che met insiemit mangjâ e cine. Ma a ‘nd è un problema, leieit:

Come lo scorso anno il punto di forza della rassegna sarà l’abbinamento dei film al gusto del cinema con il filo rosso del pane fatto in casa. Così si passa da ‘Casablanca’ a ‘Mangiare bere uomo donna’, da ‘Fino all’ultimo respiro’ a ‘Pane e Tulipani’ attraverso un itinerario del gusto che va dal cous cous di mare e di terra, all’arte della frisella (arrivata fresca fresca da Uggiano la Chiesa, paese del pane in Puglia), dal trionfo di Terrines (piatto freddo francese) alle specialità della tradizione veneziana.

Bon che la manifestazion e ven curade de «l’Associazione Pane e Cinema di Venezia», ma osti! Une cerce di alc di furlan, no???!!!
Insome, come che al disarès Capuozzo: cheste manifestazion se si le fâs a Claut, Milan o Canicattì al è compagn, clamìn i Alpins! 😉

Advertisements