11 setembar:
Bush e i indipendentiscj furlans

A sta zirant par mail in chei dîs cà la barzalete su Bush e i furlans che ILfurlanist al veve za publicade scuasit doi agns fa.
Viodût che o sin simpri su la notizie (ancje chês che si ripetin) o tornìn a publicâle.

Il presidente Bush riceve una telefonata diretta da Udine; siccome non
capisce un’acca di friulano (si sa che i merecans a son ignorants), decide di chiamare un interprete e lo mette in conferenza al telefono adiacente. Il traduttore allora interroga:

-«Bundì, podial dîmi cui isal al telefono?»

-«O sòi el president di Fuarce Autonomiste Furlane. Dìsigi al to president che al è stât un commando indipendentist Furlan che al à fat crevâ i aereos cuintri lis Twins Towers. Capît, cojon?»

L’interprete non crede alle sue orecchie. Dopo un attimo di esitazione, con
voce tremula, si rivolge a Bush:
-«Presidente, loro… gli indipendentisti Friulani… Dicono che sono stati loro che hanno fatto schiantare gli aerei sulle Twin Towers…»

Bush spalanca gli occhi per la sorpresa:
-«Sei pazzo? Fuarce Autonomiste Furlane? Non è possibile! Ci deve e ssere un errore! Per favore, glielo chieda di nuovo.»

Allora il traduttore chiede nuovamente:
-«Orcoboe, par plasé, pòdial ripéti?»

-«Ok. Alore tu puedis confermâ al to president dal casso che NOI, GLI INDIPENDENTISTI FURLANI o vin fat crevâ i aeroplans intai palaçs di Niù York. SIAMO
STAI NOI, àtu capît, mùs ignorant di un orcoboe?»

L’interprete stralunato gira la testa verso Bush e dice:
-«Mr. President,
sfortunatamente hanno confermato. Sono stati gli indipendentisti friulani che hanno
fatto schiantare gli aerei…»

Allora Bush va su tutte le furie e grida:
-«FUCK! MALEDETTI INDIPENDENTISTI
FRIULANI! ATTACCATELI! DISTRUGGETELI! Lanciategli missili, bombe
nucleari, armi chimiche, antrace, epatite, gonorrea, qualunque cosa!
Cominciate dalle città più importanti! Distruggete la capitale! Ho bisogno
di sapere qual’è la loro capitale! Glielo chieda!»

L’interprete deglutisce, poi si schiarisce la voce, assume un tono calmo e
come se niente fosse chiede:
-«Ch’al scusi, par plasè, podial dîmi cual ise la
capitâl dal Friûl?»

Dall’altra parte, con voce decisa e ferma:
-«Sigûr, putanemadocule, dut il
mont al sà che la nestre capitâl e jé… TRIESTE»

Advertisements